Blog — 10 Giugno 2012
25 genn. 2012: Epicentro tra Brescello, Poviglio e Castelnovo Sotto, nel Reggiano
Due forti scosse di terremoto, che non avevano provocato vittime ma danni e molta paura, avevano gia’ colpito l’Emilia a fine gennaio, mercoledi’ 25 e venerdi’ 27. Nel primo caso il ‘cuore’ del sisma, di magnitudo 4.9, era stato localizzato tra Brescello, Poviglio e Castelnovo Sotto, nel Reggiano; due giorni dopo, alle 15.53, un sisma di magnitudo 5.4 aveva avuto per epicentro l’Alto Appennino parmense, tra Corniglio, Berceto e Monchio delle Corti. Due scosse forti, dunque, ma anche profonde, molto piu’ di quella principale della scorsa notte: 33 chilometri la prima, ben 60,8 chilometri la seconda. Tra gli edifici piu’ danneggiati da quelle due scosse ravvicinate ci fu la Reggia di Colorno; nella prima scossa rimase danneggiata anche la chiesa di Brescello, il paese di Peppone e don Camillo nella Bassa reggiana, dove alcuni calcinacci caddero in chiesa.

Altro articolo in merito
file:///C:/Documents%20and%20Settings/Administrator/Desktop/TERREMOTO%20EMILIA-ROMAGNA_%20Scossa%20di%205.1%20gTERREMOTO%2025%20GENNAIO.htm


Share

About Author

admin

(0) Readers Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.