Blog — 04 Maggio 2013

Ore 7.11 risveglio con il terremoto nella Bassa modenese: 3.8 nessun danno

La scossa di profondità 8,1 chilometri ha avuto come epicentro il ferrarese ma è stata chiaramente avvertita nei comuni modenes iin particolare nella zona di Finale Emilia. Non si segnalano danni a persone e cose Una seconda scossa di 2.7 è stata avvertita alle 7,37 a una profondità di 8 chilometri

Email

Un evento sismico è stato nettamente avvertito dalla popolazione in provincia di Ferrara. Le località prossime all epicentro sono i Comuni di Mirabello, Vigarano Mainarda e Bondeno. Secondo i rilievi registrati dall Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia la scossa è stata registrata alle 7.11 con magnitudo locale 3.8 a una profondità stimata intorno agli 8 km. La sala operativa della Protezione civile dell’Emilia-Romagna non ha ricevuto segnalazioni di danni a persone o cose, dopo la scossa di terremoto magnitudo 3.8 nettamente avvertita dalla popolazione alle 7.11 nel Ferrarese. Grande spavento e apprensione anche in tutti i comuni modenesi già tristemente colpiti dalel due scosse del 20 e 29 maggio 2012. Molti si sono alzati di scatto dal letto temendo di dover correte fuori per cercare rifugio. per fortuna l’evento si èfermato lì. Diverse persone hanno telefonato ai centralini delle forze dell’ordine e dei vigili del fuoco per avere informazioni o per segnalare di aver avvertito la scossa, che è stata sentita distintamente anche nel Bolognese. In queste ore la Protezione civile regionale è impegnata anche a stimare i danni provocati dalla tromba d’aria che ieri pomeriggio ha colpito alcune aree del Modenese e del Bolognese. E pochi minuti più tardi alle 7,37 altra scossa di entità minore è stata registrata sempre nella stessa zona. L’intensità è stata di 2.7 a una profondità di 9.1 chilometri.

04 maggio 2013
Email

Share

About Author

admin

(0) Readers Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.