News — 27 gennaio 2014

terra-dei-fuochimin-ambiente

DALLE TERRE MAFIOMORRE
Noi Rebeldìa 2014.0.2.http://www.nadiacavalera.it.

 

gli sciacalli generosi promettono
guardo in faccia la morte  /  io
sognavo un mondo  lucido  /  sogno
le imprese oggi invadono  /  corpi illusi
mio padre è salito in fretta in cielo

qui sì-cul…altri volatili dello stivale disdettano la vita
e miasmi (divisione-cancro) aerterraqueo stivano
toujours svasi legismi (Letemi liquami) et ladri evasi
scrofano mafiocamorre e in ora di-Letta grufano
non è (can can) delenda zero ora la divisione fuochi fatui?

ma è dono da godere la vita, lo sprofondo è mio, come l’obliquo
taglio per le terre, è ubiquo, pervasivo, non evasivo, semmai
m’inebrio dei miasmi di me medesimo e dove mai, dove poi
vado a parare, forse dal sindaco, sì, dall’eletto e gli porto io,
l’etal elector, i doni della terra? orto cancroregina, slurp e gnam

terra di fuochi e di chimere se la camorra spara
fuggono al nord le ciminiere
delitti orditi, or detto (presto fatto), or sento or vedo
oro vendo  ora sparano or qui or là
spero che loro non se la cavano

è sfuocando fuochi quindi
diligentemente di schiena nel raggiro o bisbiglio
a mezza voce si capisce le dita incurvate
sempre in penombra per schiudere poi raggiri
questa volta gridando in voce tesa

loro sono loro i nei rei di questa terra infelice
tosa lebbrosa senza nessuna ros’aulent’odorosa
ex felix in sax max ora un mix di veleni alla vita alieni
decimano in luridi scoli la luce gl’odori i sapori gl’umori
di ogni possibile futuro sogno indelebile bisogno

lupare sparse di ceneri arse
imbiancate coppole di mummie taciute
lucidi sbrodano bottoni lupanari
brandelli di sangue e radici recise
e pugni di fetide nenie strozzati.

la pecora mi guardò merdafacendo
e continuò infatti lì non c’ero c’era un cero
ma non era una chiesa era il Senato quello che guarirà
collo sfasciume suo tutti i malanni
d’un popolo ch’abbraccia a culallegro i suoi succhioni.

poi hanno fatto zero, fatto lutto
l’infanzia ai fantolini han depredato
ai vecchi la vecchiaia, ai ciechi il buio,
hanno stracciato i cieli e fatto scempio
di monti sabbia neve nebbie sassi

Terra itagliana, scoria di benessere e velleità del resistere, dove
l’ignavo sistere sposa il mugugno e insudicia la piazza, terra
defunta di lazzi e di razze serve e sbruffone, di omuncoli
cazzuti e pelandroni, ti valga almeno un’irosa sventagliata
di parole a mitraglia sulla cocciuta pervicacia della tua assenza.

euro sonanti mi sbarazzo del mio vizio
in capo a te of course a me fa schifo
e non seccarmi con le tue emicranie
canta ‘na canzuncella my dear pizza
brilla lo zolfanello tuo quotidiano.

 

Modena, 27 gennaio 2014

 

 

N

Il soggetto poetico collettivo e anonimo “Noi Rebeldía 2014.0”

e le regole di partecipazione

 

“Noi Rebeldía” è il nome di un soggetto collettivo poetico che si sperimenta nella costruzione di un testo collettivo poetico comune e in rete. Un’operazione costruttiva dove il soggetto e la soggettività singolare del singolo poeta, chiamato a partecipare, si presenta come “io noi”, ovvero una voce che parla con la voce del gruppo. Un’intelligenza e una volontà collettiva che, allegoricamente attraversate e motivate da un “disinteresse-interessato” per il “bene comune” e la “poesia bene comune”, sono orientate a una produzione poetica in cui le scelte estetico-simboliche e/o linguistico-semiotiche siano “sema” etico-politico e antagonismo sociale, e la potenza d’uso della poesia, della lirica, non sia più deprivata dell’impegno.

Del fare poesia e “lirica” dell’impegno comune, il soggetto po(i)etico “Noi Rebeldía”, praticando due diverse procedure – la prima proponendo innesti a partire da un testo già compiuto; la seconda dalla proposta di un incipit di 5 versi che altri 11 partecipanti, muovendosi all’interno del nucleo semico proposto come significanza pratica essenziale, dovevano proseguire con altri innesti di 5 versi ciascuno –, ha dato prova di fattibilità con WE ARE WINNING WING (“Noi Rebeldìa 2010”: retididedalus.it) e L’ORA ZERO (http://www.retididedalus.it/Archivi/2013/maggio/LUOGO_COMUNE/4_multitesto.htm).

 L’ora zero, come è stato per We are  winning wing, è messo online su www.retididedalus.it, e proposto, ad altri siti e blog di poesia (italiani e non italiani).

Oggi, 2014, l’esperienza e la sperimentazione del “Noi Rebeldía”, il soggetto po(i)etico collettivo e anonimo, continua a proporre l’impegno e la sfida sia raccogliendo altre adesioni nella rete, sia trovando altri siti per mettere in video e ascolto il maturato della propria azione poetica “comune” e conflittuale. I testi collettivi anonimi, compreso l’incipit iniziale, saranno di 11 lasse ognuno.

Ogni gruppo che condivide l’esperimento e partecipa come “Noi Rebeldía” deve rispettare le regole seguenti: 1) la composizione deve coinvolgere 11 poeti diversi; 2) ogni lassa (delle 11 finali) deve avere solo 5 versi; 3) il poeta che prende l’iniziativa e contatta gli altri terrà in serbo i nomi di ciascuno e non li renderà pubblici; 4) una nuova composizione, dove nasce una nuova iniziativa, se si vuole, può prelevare una sola lassa di 5 versi dai testi già in rete e sviluppare un nuovo testo di 11 lasse (coinvolgendo naturalmente solo altri 10 poeti diversi); 5) ogni pubblicazione deve essere firmata (cfr. eventualmente il sito di Nadia Cavalera) come segue: Noi Rebeldía 2014.0.1 seguito dall’indirizzo (url o bolg) ospitante; 6) se lo stesso sito ospita un altro testo la numerazione deve essere progressiva: Noi Rebeldía 2014.0.2 + l’indirizzo (url o bolg) ospitante. Ogni iniziativa è invitata al rispetto delle regole proposte. Si prevede anche la possibilità di un’edizione cartacea dei lavori, rendendo pubblici tutti i nomi (ma senza legarvi la paternità o maternità delle singole lasse; le versioni rimarranno sempre come testi collettivo-anonimi). Ogni poeta che prende l’iniziativa, nel contattare gli altri, è opportuno che comunichi quanto alle regole.

 

 

Noi Rebeldía in rete:

 

  1. www.retididedalus.it “Noi Rebeldìa 2010”:  we are winning wing)
  2. www.retididedalus.it (“Noi Rebeldìa 2010.1.1”; we are winning wing
  3. http://www.retididedalus.it/Archivi/2013/maggio/LUOGO_COMUNE/4_multitesto.htm (Scritture collettive-L’ora zero)
  4. http://www.retididedalus.it/sommario%20sito.htm (Scritture collettive-L’incesto politico)
  5. http://www.nadiacavalera.it/news/2014/lampedusa-degli-sbarchi.html
  6. http://www.nadiacavalera.it/news/2014/dalle-terre-mafiomorre-testo-collettivo-anonimo.html
  7. Noi Rebeldìa 2014.0.3.http://www.nadiacavalera.it. VITA INACTIVA, testo collettivo anonimo
  8. http://www.levania.it/index.php?option=com_content&view=article&id=39:esperantilla-testo-collettivo-anonimo&catid=17&Itemid=144 (Esperantilla)
  9. http://www.levania.it/index.php?option=com_content&view=article&id=36:europa-gossip&catid=16&Itemid=143
  10. http://www.argonline.it/index.php?option=com_content&view=article&id=744:il-patto-matto&catid=5:pezzi-di-vetro-versi&Itemid=27(IL PATTO MATTO).
  11.  http://www.poesia2punto0.com/2014/04/07/noi-rebeldia-2014-testo-collettivo-anonimo/ (FOEMINA, aprile 2014)

Share

About Author

admin

(0) Readers Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *