Collaborazioni News — 15 Agosto 2021

Venerdì, 20 agosto, Aterrana

PREGHIERA di Nadia Cavalera
Vedi questo borgo che muore?
( : strappate le radici nutrici di san’umore sudore)
È Aterrana porta di terr’amar’avara
arretra diventa qui atra petra del diavolo malevolo
( : soffoca l’incuria fraudolenta del padrone terreno)
Dov’è la vita d’un tempo migliore?
Crollata è la chiesa disastrata
( : epicentro baricentro d’incerto vacuo nostro dentro)
Smembrata la comunità abbracciata
nelle piccole cose quotidiane violentata
Dov’è la Marialonga la ianara fata di casa?
Spettri reietti i palazzi dei signori untori
( : stanze d’eleganze echeggiano sordi rumori)
Presenze mute d’assenze
supplicano nuove linfe verdi essenze
Ignari lari gl’asinelli al pascolo decimati
indicano tra olmi querce castagneti
il sentiero della montagna sacra
dalla cui suprema vetta squartata depredata
implorare energie pie al cielo mur’oscuro
pretendere un futuro di fresche frasche
gnomi tomi nomi tesori pomi
sicomori di frutti in forti costrutti
Serrare la nera porta ch’ingoia la gioia foia
riguadagnare per tutti l’angelo benevolo
della vita aprica nei tropp’infesti regesti smarrita
E Aterrana nuovamente sia

Share

About Author

Nadia Cavalera

(0) Readers Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.