Poesie Poesie Verbali — 26 Marzo 2012

Nadia Cavalera
Quest’aria

Quest’aria
stagnante nel sociale
è ferale (: necessita un capovolgimento totale)
dove sei operaio sfruttato e monco?
dov’è il ronco?
dov’è l’impiegato piagato e inchiodato?
a mantenere ogni prelato
e concubinato traslato?
dov’è il lavoratore onesto operatore il migliore?
a condividere l’onere impellente
a estirpare orme virulente
a imporre la giusta lente
Vanno rifatte le leggi sfregi
vanno pulite da tutti i privilegi
Ma prima
va azzerato il parlamento
doppio quadruplo personale osceno palmento
degli eletti indegni
da buttare al vento senza sprecare
un momento
(: i sacrifici del futuro insicuro gemmano fichi ciechi)

da SPOESIE

Share

About Author

admin

(0) Readers Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.