Blog — 25 Giugno 2012

 http://gazzettadimodena.gelocal.it/cronaca/2012/06/25/news/dimostreremo-al-mondo-come-sappiamo-rialzarci-1.5315760

Dimostreremo al mondo come sappiamo rialzarci»

Il commissario Vasco Errani: «Non trasformeremo i centri in zone deserte» Il sindaco: «Tanti attestati di solidarietà, chiedo pazienza e tanta tenacia»

MIRANDOLA. «Noi ce la faremo, dimostrando a tutti che esiste un Italia che è in grado di ricostruire, in sicurezza e non rinunciando ai nostri centri storici». Con queste parole gli amministratori emiliani hanno ringraziato Tenzin Gyatso, il Dalai Lama, capo spirituale della comunità buddhista. Guardare al futuro è stato l’imperativo manifestato, con la consapevolezza che il dramma ha colpito un popolo che «sa bene – afferma Vasco Errani, governatore dell’Emilia Romagna e commissario straordinario alla ricostruzione, rispondendo al Dalai Lama che ha rimproverato l’Italia di “fare le cose con troppa calma” – cos’è il lavoro, la necessità di impegnarsi, senza riposarsi. Sono questi gli italiani che dimostreranno al mondo che esiste un’Italia che è in grado di ricostruire case, imprese, beni culturali, chiese, senza perdere un attimo. E non vogliamo costruire paesi a fianco di centri storici compromessi, noi rivogliamo i nostri centri storici. Faremo fatica, avremo tanti problemi, ma noi ce la faremo». «Ringrazio – ha detto, invece, il sindaco Maino Benatti – sua santità per le parole di conforto, per l’aiuto morale e materiale che ha dato alla nostra comunità. Stiamo affrontando una dura prova, da cui dobbiamo uscire, provando a trasformare il dramma in opportunità». Il sindaco parla di tre valori: solidarietà, pazienza e tenacia. «Abbiamo imparato – ha detto Benatti – che ci sono valori fondamentali per tenere insieme le comunità. Uno di questi è la solidarietà. In questi giorni da tutto il mondo ci scrivono per aiutarci. Dobbiamo affrontare un enorme dramma: servirà pazienza perché non si risolve tutto in un attimo, serve la tenacia di centrare gli obiettivi che ci siamo prefissati. È con questo atteggiamento che ricostruiremo per ritrovare il benessere e mantenere la coesione sociale che abbiamo sempre avuto e che ci dà tanta forza».
Felicia Buonomo

25 giugno 2012

Share

About Author

admin

(0) Readers Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.