Blog — 07 Giugno 2012

http://gazzettadimodena.gelocal.it/cronaca/2012/06/07/news/ers-mai-trivellato-i-sindaci-lo-sanno-ma-hanno-taciuto-1.5214654 

Ers: «Mai trivellato I sindaci lo sanno ma hanno taciuto»

Gas. La società: «La magistratura identifichi chi ci infanga» Giovanardi: «Amministratori distratti, i morti colpa loro»

SAN FELICE. «Il progetto di studio, quello preliminare, per lo stoccaggio di Rivara, non è approvato», lo ha detto il ministro dell’Ambiente, Corrado Clini, rispondendo alla Camera ad un’interrogazione della Lega. Ma dopo il silenzio degli ultimi giorni torna a parlare Ers che, oltre a ribadire come “la localizzazione degli ipocentri degli oltre 1500 eventi sismici avvenuti dal 20 maggio conferma gli assunti progettuali, che prevedono che il sito resista a sismi anche più forti di quelli accaduti” si sofferma sull’apertura dell’inchiesta su gas e trivellazioni annunciata dal procuratore aggiunto, Lucia Musti. «Ers plaude all’iniziativa della magistratura che verificherà se sono state svolte attività geologiche non autorizzate nell’area, in riferimento al permesso di ricerca sismica richiesto. Nonostante le smentite sullo svolgimento di qualsiasi attività, sistematici interventi di disinformazione sulla stampa e su internet hanno coinvolto Ers con gravi ripercussioni sull’immagine della società e dei suoi azionisti. Purtroppo le autorità locali responsabili hanno tardato nello smentire attività illegali quali le perforazioni senza autorizzazione. Ers ribadisce che non ha effettuato alcuna attività di esplorazione e auspica che la magistratura riesca anche ad identificare i responsabili della diffusione di notizie prive di ogni fondamento».
Il senatore Giovanardi, invece, se la prende con Maurizio Poletti che ne aveva chiesto le dimissioni. «Ai tentativi di sciacallaggio, come quelli di Poletti, bisognerebbe rispondere con il silenzio. Qualsiasi persona normale capisce infatti che la discussione su un progetto di stoccaggio nulla ha che fare con il terremoto (e gli stoccaggi attivi in Emilia non hanno subito il minimo danno), mentre le omissioni e le distrazioni degli amministratori locali hanno determinato morti e feriti in edifici crollati, che loro avrebbero dovuto preoccuparsi di mettere in sicurezza visto che da anni parlano dei pericoli di terremoto. Non mi associo ai seminatori di odio e zizzania e non chiedo le dimissioni degli amministratori locali, che non debbano pensare però di scaricare su altri le loro responsabilità». (f.d.)

07 giugno 2012

Share

About Author

admin

(0) Readers Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.