Blog — 05 Dicembre 2012

“TEMPO DI FUGA”

 

scritto, diretto ed interpretato da Mario Prosperi.
 In scena Mario  Prosperi, Rosella Or e Yavan Walde.


Lo spettacolo è attualmente in scena nel suggestivo Teatro Sala Uno di Roma (dietro la Scala Santa, Piazza di Porta San Giovanni,10) fino a domenica 16 dicembre 2012.

Per informazioni e prenotazioni potete rivolgervi a:

Maria Rita Parroccini

Ufficio Stampa Associazione Politecnico Teatro
339-5219443
mariaritaparroccini@gmail.com

Al Teatro Sala Uno

dal 5 al 16 dicembre 2012

“TEMPO DI FUGA”

di Mario Prosperi – regia di Mario Prosperi

con

Mario Prosperi

Rossella Or

Yavan Wolde

Le suggestioni del teatro cinese in una inedita storia d’amore ripercorsa nella memoria dei protagonisti in una sorta di atrio della vita futura

Gli spettatori sono i giudici cui, dopo l’esame che i due conviventi dovranno sostenere, si chiederà conferma della loro accoglienza

ROMA – Mario Prosperi e Rossella Or reciteranno insieme, con Yavan Wolde, in un nuovo testo dello stesso Prosperi – che ne firma anche la regia – : “Tempo di Fuga”. Lo spettacolo andrà in scena al Teatro Sala Uno di Roma da mercoledì 5 dicembre a domenica 16 dicembre 2012. Si riportano in questo testo suggestioni di uno spettacolo cinese visto al festival del Cairo del 2005, soprattutto l’idea formale di base: un esame post-mortem di due conviventi lasciatisi da molti anni e morti per qualche ragione nello stesso istante all’insaputa l’uno dell’altro.

I due si incontrano in un androne, che potrebbe essere l’anticamera di una specie di Ade, ma qui non si riconoscono subito, malgrado inizino a raccontare le loro storie. In conclusione non passano l’esame e ottengono una nuova chance di rivivere la loro storia. Tutti i contenuti però e lo svolgimento stesso di questa storia sono di mano di Mario Prosperi e tratti da materiali appartenenti a un’anamnesi della sua vita. La persona evocata in questa storia è presente col suo ruolo nello spettacolo: Rossella Or.

La recitazione che il modello cinese suggerisce è un pò fissa e traslucida, come sotto choc. In un androne, una specie di garage, un uomo e una donna sono soggetti alle cure di un infermiere. Il tono è rarefatto. L’infermiere è forse un angelo? L’uomo e la donna, al termine di un primo tempo in cui si sono raccontati, insieme e separatamente, per invito dell’angelo, riconoscono di essere persone che in vita si conoscevano più che bene. Sono stati anzi sul punto di sposarsi, più volte, ma impreviste fughe hanno sempre posposto il compimento di queste nozze; fino a questa interruzione, forse definitiva. Ma l’esame non dà esito invece definitivo. La seduta è sospesa.

Nel secondo tempo, tornati nella vita, i due si sono di nuovo persi di vista. Lui intende non perseguire i progetti artistici della sua vita precedente e si attrezza per tentare un tipo di produzione postmoderna globalizzata di massa. L’angelo lo asseconda e lo finanzia. Ora è nella tentazione. Cerca una segretaria mediante un’inserzione e la persona che sceglie, senza riconoscerla, è la donna incontrata nell’androne ove si svolse l’azione che entrambi nel ricordo definiscono come un sogno. La relazione con lei riconduce ineluttabilmente lui a se stesso e l’angelo li pone di nuovo davanti all’esame. Questa volta però si sono conosciuti, la loro fuga ne ha mantenuta viva l’anima, ha fatto superare la prova. I giudici sono gli spettatori, ai quali è chiesta una conferma.

 

Tempo di Fuga” di Mario Prosperi

Da mercoledì 5 dicembre a domenica 16 dicembre 2012

Al Teatro Sala Uno

Roma – P.zza di Porta S. Giovanni, 10 (dietro la Scala Santa)

Info e prenotazioni:  tel: 06 98182993info@salauno.it

ORARI: dal lunedì al sabato ore 21.00 / Domenica 9 e 16 dicembre ore 18.00

 

 

TEMPO DI FUGA   di Mario Prosperi – regia di Mario Prosperi

con: Mario Prosperi, Rossella Or e Yavan Wolde

Scena e luci Valerio Di Filippo

Musiche Paolo Modugno

Aiuto regista, fonica Roberto Zorzut

Foto Fabio Gaigher

Costumi Helga Williams

Allestimento Dimitri Sinapi

 

Share

About Author

admin

(0) Readers Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.