News Poesie — 13 febbraio 2018


“oliAvi”, raccolta sull’olio a cura di Franca Battista
Di seguito il mio testo

Nadia Cavalera
.
Contro la ruggine
.
OliAvI…l’olio degli avi…certo
Con tutto il prezioso concerto di ipogei pile macine
fiscoli trappiti  muli torchi biondi scoli e furisani monoliti
alla fine coi padroni infratiti e degustatori incalliti
(: piselli pane cotto vinello e qualche scagliozzo)
OliAvI…l’olio degli avi…certo
ma anche… semplicemente.. Oliavi…
e compari tu madre decisa paziente ubbidiente
a quell’afflato millenario che ti legava al mondo
Ti vedo alle prese con la tua macchina da cucire
ad oliarne gli ingranaggi perché le tue creazioni
non subissero interruzioni e fluissero in ross’emozioni
Niente sfuggiva alla tua furia oliativa
Il vecchio cancello come il portone  di casa
sempre inumiditi sciolti non hanno mai gracchiato
muti scivolavano verso l’altro accolto con fiducia bambina
Non trascuravi le molle delle poltrone delle sedie a sdraio
i chiodi del telaio le ruote dei primi tricicli
o la catena della mia bici
le serrature dei bauli Il motore del cucù impedito
le lime del nonno le fiammelle votive
Era il tuo toccasana lampo per ogni Inciampo
perché durasse del valore l’incanto
nel tuo campo superattivo srugginito
E dai riusciti sblocchi coi fiocchi tornavi piena e serena
a raccontarci morbidi balocchi

Ah potessi ora averti accanto madre mia
ché tanto cigolare sento l’ossa

Share

About Author

Nadia Cavalera

(0) Readers Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *